Allevatori: la stagione della riproduzione equina 2019

Posted by Barbara Zucchi 02/03/2019 0 Comment(s) Consigli,Cavallo,

Allevatori: la stagione della riproduzione equina 2019

 

Con la stagione della riproduzione equina in corso, gli allevatori delle cavalle purosangue devono considerare con attenzione la scelta dello stallone.
In questo momento dell’anno, il focus è tutto sulla fattrice, per assicurarsi che sia in ottima salute per affrontare il parto e che abbia di tutti i nutrienti necessari per l’allattamento e soddisfare le esigenze nutritive e di crescita del puledro, ma non bisogna dimenticarsi nemmeno degli stalloni che, nell’impegnativa stagione di monta necessitano di maggiori supplementi nutrizionali.

 

L’alimentazione dello stallone

 

Per prima cosa, gli stalloni, sia in competizione che in allevamento, devono restare in forma ed agili. Nel periodo di monta lo stallone ha un alto dispendio di energie e quindi di più calorie, proteine, minerali e vitamine. La vitamina A è direttamente coinvolta nella produzione dello sperma ma essendo liposolubile è raro che possa insorgerne la carenza. Gli integratori di vitamina E aumentano la fertilità e hanno forti proprietà antiossidanti. Perciò, una dieta che incontri la richiesta di macro nutrienti dello stallone, modulata sugli impegni e il temperamento del cavallo, unita a un supplemento di vitamina E come VITA E PLUS di TRM, che contiene anche un complesso di vitamine B, lisina, selenio e vitamina C, manterrà lo stallone in piena vitalità durante la stagione di monta.
Se è invece necessario un supplemento multivitaminico per apportare tutti i nutrienti più importanti all’alimentazione del cavallo, senza eccedere in alcun nutriente e mantenere la salute ottimale e la capacità riproduttiva, SPEEDXCELL è l’integratore ideale, che fornisce 20 nutrienti chiave capaci di supplire alla carenza di fonti naturali di vitamine e minerali, tipiche di questo periodo dell’anno, e di dare tutto l’aiuto necessario agli sforzi dello stallone.

 

Alimentazione della fattrice nell’ultimo trimestre

 

La maggior richiesta di nutrienti necessari alla crescita del feto si verifica durante l’ultimo trimestre di gravidanza della fattrice. Fornire alla cavalla in gravidanza un foraggio di alta qualità e un’alimentazione studiata proprio per le esigenze nutrizionali della fattrice provvede a coprire tutte le necessità. 
Nonostante questo, non bisogna trascurare i livelli di vitamina E nella cavalla da riproduzione nelle settimane finali dell’ultimo trimestre di gravidanza. Il nutrimento ottimale della fattrice sarebbe costituito da erba di ottima qualità, che è una risorsa naturale di vitamina E, calorie e proteine. Tuttavia, l’erba di qualità non è facile da trovare in questo periodo dell’anno e il fieno non è una fonte di vitamina E. Perciò, i cavalli con una dieta a base di fieno o su pascoli magri, a prescindere dal periodo riproduttivo o meno, hanno bisogno di supplementi di vitamina E.
La vitamina E passa dalla fattrice al puledro attraverso il colostro, che la cavalla produce durante le ultime settimane di gravidanza: le fattrici con una dieta a base di fieno beneficiano dell’integrazione a base di vitamina E in questo periodo delicato. Dare alla cavalla da riproduzione VITA E PLUS assicura un concentrato di vitamina E e vitamina C, oltre agli aminoacidi essenziali per rinforzare le difese dei puledri. Minerali come calcio, fosforo, rame, zinco e manganese sono essenziali per supportare il rapido sviluppo osseo del puledro negli ultimi mesi di gravidanza. La prevalenza dell’osteocondrite disseccate fa parte dei disturbi ortopedici che più possono colpire i puledri. Benché i fattori di rischio legati a queste patologie siano di natura complessa, è risaputo che la nutrizione, in termini di disponibilità di minerali e di dieta bilanciata, è un elemento fondamentale di prevenzione. Le basi per la salute ossea e per un futuro di gare e successi si gettano prima che il puledro sia ancora nato. Assicurare alla cavalla da riproduzione razioni di cibo appropriate e bilanciate con macro minerali e aminoacidi nella dieta, affinché possa trasmetterli al feto prima, e al puledro poi tramite il latte, è di cruciale importanza. Calphormin dà ai giovani cavalli il miglior inizio possibile, a partire dalla somministrazione alla fattrice e poi direttamente ai puledri. Continuare a fornire Calphormin ai cavalli giovani durante il loro rapido sviluppo, li aiuta a mantenere una crescita ottimale e il corretto sviluppo osseo.

 

Alimentazione fattrici in allattamento

 

Le fattrici che allattano hanno bisogno di un significativo aumento di nutrienti su base giornaliera. Più proteine, più energia, calcio e fosforo in razioni di cibo più abbondanti del solito sono indispensabili per recuperare lo stress, per produrre il latte ma anche per prepararsi alla successiva stagione di monta. Razioni non sufficienti a coprire il fabbisogno della fattrice durante l’allattamento abbasserà la produzione di latte, con conseguente perdita di peso e abbassamento del tasso di fertilità. Una cavalla in allattamento richiede tra il 2 e il 3% del suo peso in razioni quotidiane. Aggiungere sostanza alla sua dieta, come il Curragh Carron Oil, aumenta i grassi contenuti nel latte, il che aiuta la crescita dei puledri e impedisce che la stessa fattrice perda troppo peso. Continuando a somministrare Vita E Plus e Calphormin come sopra descritto assicura uno sviluppo sano del puledro e un recupero veloce per la fattrice.